Come fare una festa in casa e risparmiare sull’animatore

festa

Le feste dei bambini delle elementari sono ormai sempre più spesso un grande business, che vede coinvolti animatori professionisti dai nomi improbabili, cake designer e party-planner, perché la classica festicciola fai-da-te sembra passata di moda. Invece se i bimbi non superano i 10 anni, la festa in casa o al parco, organizzata tutta in famiglia, può regalare grandi soddisfazioni e rivelarsi più originale e divertente di un costosissimo party pre-confezionato. Certo per la buona riuscita della giornata è necessaria un’organizzazione di base, che lasci però sempre qualche spiraglio all’improvvisazione.

In un party fai-da-te 4 sono gli elementi fondamentali: addobbi, torta ad effetto, giochi e gadget per gli invitati.

Addobbi per le feste

Che abbiate scelto il salotto di casa, il terrazzo o il parco vicino alla scuola, è necessario addobbarlo per la festa. Festoni, palloncini e decorazioni non devono mai mancare in un party degno di questo nome. Se avete scelto un tema, potrete attenervi a questo, oppure sbizzarrirvi con colori e fantasia. Piattini, bicchieri, cannucce e cappellini serviranno a regalare atmosfera alla festicciola, dunque vanno scelti con cura. Qui se avete voglia di tagliare e incollare ci sono dei deliziosi porta-caupcake con le stelline, ma i nostri preferiti sono questi!

Festa

La torta

Se facciamo una festa casalinga, il momento delle candeline è centrale, quindi prepariamo una torta ad effetto capace di stupire i piccoli ospiti. Sulla pagina Facebook Mamma che Bontà della nostra amica Alice, potrete trovare spunti golosissimi.

I Giochi da organizzare

Le attività che si possono fare a una festaiola con bimbi tra i 6 e i 10 anni sono tantissimi ecco la nostra selezione a prova di divertimento:

  • Il gioco delle sedie

Dovrete procurarvi un dispositivo per riprodurre la musica (lettore CD, smartphone, tablet…) e posizionare le sedie in cerchio, rivolte verso l’esterno. Iniziate il gioco facendo in modo che il numero di sedie corrisponda al numero totale di bambini, meno uno. Avviate la musica e chiedete ai bambini di girare intorno alle sedie, sempre nello stesso senso. Quando mettete in pausa la musica, i bambini dovranno trovare rapidamente una sedia su cui sedersi. Chi non trova la propria sedia è eliminato e un’altra sedia viene tolta dal gioco. Il gioco si conclude quando resta in gara solo un bambino.

  • Il ballo della scopa

Una volta formate le coppie di ballerini si da il via alle danze. L’arbitro consegna la scopa a uno dei bambini, che si mescola alle altre coppie. Chi ha in mano la scopa si avvicina a una delle coppie e porge la scopa a un altro concorrente,  prendedosi il partner. I passaggi devono essere rapidissimi perché quando la musica viene interrotta, il giocatore che si trova con la scopa in mano deve pagare un pegno o fare una penitenza. Il gioco se i bimbi non gradiscono il ballo di coppia, funziona bene lo stesso: i concorrenti si passeranno la scopa o un altro oggetto e quando si ferma il gioco chi resta con la scopa in mano paga pegno.

  • Indovina dov’è

Riunite i bambini in una stanza e iniziate col far vedere loro un primo oggetto. Fate uscire tutti i bambini e nascondete l’oggetto in un punto nascosto ma comunque visibile all’interno della stanza. Chiedete poi ai bambini di rientrare e di cercarlo solo con gli occhi. Quando un giocatore ha individuato l’oggetto, deve avvicinarsi e dirvelo sottovoce. Perde il bambino che trova per ultimo l’oggetto.

  • E’ arrivato l’ambasciatore

Preparate preventivamente un elenco delle parole da disegnare, mimare o ritagliare. A ogni turno, un giocatore per squadra viene da voi per farsi sussurrare  una parola all’orecchio. Il giocatore torna nella propria squadra cercando di far indovinare la parola mimandola, ritagliandola da un foglio bianco o disegnandola. Vince la partita la squadra che è riuscita a indovinare più parole dal proprio elenco.

  • Il classico gioco dei mimi

Se purtroppo non avete molto spazio disponibile, potete proporre ai bimbi il classico gioco dei mimi: suddividete i bimbi in due squadre, un componente di ognuna deve recarsi a turno al centro della sala e mimare con i gesti, un’azione, un animale, il titolo di un film o qualche altra cosa in base al tema scelto, i componenti della squadra avversaria, dovranno indovinare l’oggetto mimato entro un certo tempo,

  • La patata bollente

Il gioco della patata bollente fa impazzire i bimbi piccoli ma piace molto anche ai grattacieli. Dentro più fogli di giornale mettete una sorpresa come un regalino, delle caramelle o dei dolcetti. Si appallottola fino ad ottenere una palla abbastanza grande, poco più grande di un pallone da calcio. I bimbi si siedono tutti in cerchio per terra e si fa partire la musica. A un certo punto la musica si spegne e il bambino che ha in mano la patata scarta un pezzo di carta. Poi la musica riprende e la patata sarà di nuovo bollente e va passata velocemente. La musica sarà interrotta tante volte e il gioco si conclude con il bambino che scarta l’ultimo pezzo di carta, trovando il sorpresone. Se volete accontentare più partecipanti, potete prevedere tanti piccoli regalini, così ogni volta che il gioco si ferma si potrà scartare un premietto.

Se avete la fortuna di avere a disposizione un bel cortile o un giardino,  ecco una serie di giochi da fare all’aria aperta.

Regalini per gli invitati

Se i maghi e gli animatori regalano sempre a fine festa il palloncino piegato a forma di spada o animaletto, voi potete spaziare nella scelta dei regalini da fare ai partecipanti. Gommine profumate, palline, portachiavi o bolle di sapone, meglio se coordinati al tema della festa, lasceranno ai bimbi un bellissimo ricordo del pomeriggio passato insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?