Come insegnare alle bambine moderne a giocare all’elastico

elastico

Se anche voi fate parte della schiera di mamme ’70/’80 che ha passato l’infanzia a giocare a elastico, vi stupirete di vedere le vostre figlie che davanti a questo oggetto non sanno da che parte girarsi. Mentre a voi torneranno in mente tutti i “passi incrociati“, “le buste” e “le caramelle“, loro accenneranno al massimo qualche saltello poco convinto. Il vostro problema era trovare quattro caviglie che reggessero il gioco (a volte erano quelle del tavolo, ahimè), il loro è che non sanno proprio da che parte cominciare per divertirsi.

Secondo noi però vale la pena di sottoporre le bambine moderne a un corso di elastico accelerato, perché con la bella stagione e i pomeriggi al parchetto può davvero rivelarsi una svolta.

Cosa ti serve per giocare all’elastico:

Per giocare serve un elastico lungo almeno quattro metri con i lembi legati da un nodino. Rispetto ai nostri tempi, quando in merceria si trovavano solo gli elastici bianchi delle mutande, oggi esistono bellissimi elastici di tutti i colori, anche fucsia!

In quanti e dove si gioca?

Per giocare all’elastico, servono almeno tre giocatori, perché due tengono teso l’elastico a formare un rettangolo e il terzo salta. Se giocano 3 bambine/i ovviamente faranno i turni, ma se i giocatori sono solo due possono sempre ingaggiare una mamma, una nonna o una tata per reggere l’elastico.

Ovviamente questo è un gioco perfetto da fare all’aperto, in cortile, sulla spiaggia o al parco, ma se i piccoli giocatori ci prenderanno gusto, non stupitevi di vederli saltellare anche in corridoio, magari dopo aver inventato modi creativi per reggere l’elastico. In questo caso, preparatevi alle discussioni con i vicini di casa 🙂 Ma dopotutto non lo facevate anche voi?

Come si gioca

Due giocatori tengono l’elastico teso fra le loro gambe divaricate, mentre un terzo giocatore esegue una sequenza prestabilita dal gioco. I saltatori devono avere alcuni metri liberi ai lati dell’elastico per poter prendere la rincorsa, saltare dentro e fuori l’elastico.

Terminata la sequenza, il gioco continua a livelli, ripetendo tutto con l’elastico sempre più alto: si parte dalle caviglie e si passa ai polpacci, alle ginocchia, alle cosce, alle anche, alle ascelle e infine al collo per i veri fuoriclasse.

Quando il primo giocatore ha concluso la sua sequenza, o sbaglia,  arriva il turno dell’altro giocatore. Quando si sbaglia, il turno successivo si dovrà ripetere la sequenza prima di proseguire.

Le mosse per comporre la sequenza

  • Dentro: Il giocatore atterra con entrambi i piedi nello spazio interno delimitato dall’elastico
  • Fuori: Il giocatore atterra con entrambi i piedi fuori dall’elastico
  • Destra: Il piede destrodel saltatore atterra dentro l’elastico
  • Sinistra: Il piede sinistro del saltatore atterra dentro l’elastico
  • Sopra: Il giocatore atterra con entrambi i piedi sull’elastico stesso
  • Giravolta: Il giocatore salta e a mezz’aria ruota su se stesso cambiando direzione
  • A cavallo: Il giocatore atterra con ciascun piede ai lati dell’elastico.
  • La busta: Di fronte all’elastico, piedi uniti sotto il primo elastico: saltare oltre il secondo elastico trascinando il primo con sé, in modo da formare un triangolo (la busta). A questo punto pestare il vertice del triangolo con i 2 piedi e saltare fuori.
  • La caramella: Una volta fatta la busta, come spiegato sopra divaricare le gambe posizionandosi verso il centro del rettangolo con l’elastico, in una forma che ricorda una caramella. A questo punto, con un salto vigoroso ci si libera dall’elastico e si atterra in mezzo al rettangolo.
  • La forbice: Dentro il rettangolo: saltare fuori da entrambe le parti, dividendo quindi i piedi, unirli senza salti, stringendo l’elastico fra le caviglie e girarsi senza salti dalla parte opposta, facendo così attorcigliare l’elastico attorno alle caviglie. Saltare in modo da liberarsi e atterrare dentro il rettangolo con entrambi i piedi. Uscire.

A partire da tutte queste mosse si costruirà la sequenza che tutti i giocatori dovranno riprodurre alle varie altezze senza commettere errori. Più è lunga la sequenza e più sarà difficile, naturalmente.

Ecco alcuni esempi di sequenza che possono servire per cominciare:

  • Dentro-fuori-dentro-fuori-sopra;
  • Fuori-sopra-destra-dentro-fuori-sopra-sinistra-dentro;
  • Dentro-a cavallo-giravolta-destra-fuori.

Poi mano a mano che ci prenderete gusto, provate a sperimentare sequenze sempre più complicate e buon divertimento!

E se volete altri spunti per giocare all’aperto date un’occhiata alla nostra lista di giochi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?