12 ottobre 1492

Se vi piace questa poesia ringraziate Arianna che l'ha trascritta dal suo quaderno di quando anni fa frequentava le scuole elementari. (5 marzo 2007).

Sul mare azzurro ­ tre caravelle
filano lente ­ sotto le stelle.
Vengon da un porto ­ molto lontano:
le guida intrepido ­ un italiano.
Cercano terra ­ di là dal mare
da tanto tempo ­ e non appare.
Nulla si vede ­ la ciurma è stanca.
Nulla si vede ­ la lena manca.
Sopra la tolda ­ sol l’italiano,
solo Colombo ­ guarda lontano
e spera, e prega ­ con tanto ardore
che l’esaudisce ­ buono, il Signore.
“Terra!” si grida. Eccola, appare
sul far del giorno ­ bruna sul mare.
Quel dì la terra ­ nuova toccò
Colombo, e a Dio la consacrò.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/5 (1 vote cast)


2 risposte a “12 ottobre 1492”

  1. Silvio Principi scrive:

    La ringrazio per aver pubblicato questa poesia che ricordavo dalla mia prima elementare frequentata in Ancona, Scuole Mazzini nel 1937

  2. Bruno scrive:

    Bè,
    è una filastrocca “antica”,
    mi sembrava”fascista” ben prima che Silvio confermasse che è di prima del 1937
    di sicuro non “corretta politicamente”,
    va bene come documento
    ma io non la insegnerei

Lascia un Commento