#viaconIHG: A Praga

(Se volete leggere della nostra visita a Berlino, prima tappa del viaggio, cliccate qui!). A Praga non ero mai ...

scopri...

Peppa Pig: disegni da colorare e libri

Chi non conosce la simpaticissima maialina Peppa Pig, beniamina di tutti i bambini? Son certa che ogni bambino in ...

scopri...

Prendo il piedibus

Annamaria Gatti

Pubblicato sul periodico “Città Nuova”, 2008

Sto per uscire, quando una vocetta mi ferma lì per lì.
“Non voglio andare a scuola….in auto! Voglio andare in piedibus!”
Strano il desiderio di mio figlio stamane.Che storie sono queste?
“Dai, non fare storie, lo sai che tutti i bravi scolari vanno a scuola ogni giorno comandato, e non voglio sentire capricci: lavati i denti e fai presto, ti aspetto in garage!”
“Ma papà, cosa hai capito? Non ho detto che non voglio andare a scuola, ho detto che ci voglio andare con il piedibus!”
“Questi giovani d’oggi non sanno più cosa inventare per far ammattire i propri stanchi genitori!”
“Tranquilllo papà, il piedibus è una novità, non hai letto l’avviso della maestra?”
Già, l’avviso. L’ho lasciato in bagno, vicino alla schiuma da barba, ho dimenticato di leggerlo e di firmarlo: che figura! E adesso come mi salvo?
“Sì, l’ho letto, è che non mi ricordo cosa c’è scritto…”
“Povero papi, sempre di corsa… Ti aiuto io. Il piedibus è il nuovo modo di andare a scuola, a piedi appunto!”
“A piedi? E io dovrei accompagnarti a piedi?”
“No, due o tre genitori passano alle fermate a raccogliere i bambini che vanno nella stessa scuola. Abbiamo il pettorale colorato, il biglietto e “saliamo” aggrappandoci al cordone. Insieme arriviamo a scuola!”
“Ho capito hanno distrutto lo scuolabus e lo hanno sostituito con mezzi di fortuna!”
“Ma no papà! Hanno pensato che insieme, con qualche adulto che ci accompagna, poteva essere divertente andar a scuola, camminando ed evitando di appestare il quartiere con i gas tossici delle automobili, che inquinano l’aria della città.”
“…E si risparmiano anche i soldi della benzina! E di questi tempi di crisi non è male!”
“Ecco papà, capisci perchè voglio andare in piedibus?”
“Già, già… E perchè non potrei essere io il manovratore di questo piedibus?”
“Sìììì, papà! Vieni tu, che sai anche tante filastrocche, ce le insegnerai, mentre camminiamo. I miei amici saranno contenti di conoscere l’autore di tante storie divertenti!”
Così è nato il mio primo piedibus a filastrocche! Mi sono anche comperato un bel berretto colorato: sono un piedibus-autista come si deve!
I genitori dei compagni di scuola pensano che mio figlio abbia un padre un po’ strano, ma io mi diverto e anche mio figlio!
Anche nella tua città prendi il piedibus per arrivare a scuola?

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un Commento