Che cosa voglio…

Questa mattina, come annunciato anche qui sul mio blog, si è svolto l’incontro tra Mamme Blogger organizzato da me e ItMom, insieme al centro ASK della Bocconi e a FattoreMamma.
Appena alzata dal letto ero già emozionata di poter incontrare le amiche con cui chiacchero in rete già da un pezzo, senza però averle mai viste di persona!
Nell’atrio della Bocconi si sentivano le mamme ciaccolare…
“Ma tu sei…!”
“Sì! E tu sei…”
E così via!
Finite queste divertentissime presentazioni, siamo scese in aula per l’incontro.

Ma come siamo belle!

Ma come siamo belle!

Non mi voglio dilungare troppo sulle cose che si sono dette.
Tra pochi giorni (dateci solo il tempo di fare il montaggio!) mettermo on line il video e tutti potranno farsi un’idea propria e personale dell’incontro.
Qui voglio ringraziare le mamme che sono venute questa mattina di persona, e anche quelle che si sono connesse in diretta guardandoci in video e poi scrivendoci in chat le loro impressioni.
Se volete, postatemi i vostri commenti e fatemi capire se l’incontro vi è piaciuto, se era come ve lo aspettavate o se invece vi ha sorpreso…
Io personalmente mi sono divertita. Mi sono piaciute le vostre osservazioni, le vostre idee, i vostri pensieri. E spero che in futuro questo filo che ora ci unisce possa permetterci di confrontarci ancora: cosa sempre utilissima!

Detto ciò, quello che mi preme sottolineare qui è un messaggio che ritengo fondamentale.

Nel momento stesso in cui si diventa mamma (che per me vuol dire dal momento in cui una si accorge di aspettare un bambino) cambiano tante cose e non sempre in positivo. Le mamme lo sanno. Sul lavoro non sei più considerata come prima, le amiche senza figli all’improvviso non ti capiscono più, ti ritrovi attorniata da gente che ti deve consigliare, che ti deve “aiutare” ad essere mamma, perché tu da sola non sei in grado di farlo, mentre loro, che ci son già passate, sanno “cosa è bene e cosa non lo è”.

Ecco questo è un messaggio che non mi piace.
Secondo me: ogni mamma è perfettamente capace di essere mamma nel modo migliore del mondo, per lei e per il suo bambino.
Purtroppo spesso le mamme questo non lo sanno e temendo di non essere all’altezza si deprimono, si confondono, si sentono inadeguate…
E i media di certo non aiutano. Non mi voglio dilungare qui sui messaggi (ma se volete in privato ve ne racconto di incredibili!)  che vengono passati alle mamme e che purtroppo altro non fanno se non mandarle in confusione!

Quello che io voglio è una informazione DELLE MAMME PER LE MAMME! L’ho detto anche questa mattina. Le mamme hanno una voce, forte e chiara. Devono solo tirarla fuori e farsi sentire.
Le mamme blogger possono, se vogliono, essere di grande aiuto per chi ha appena avuto un bambino ed ha paura di non essere all’altezza. Tanti blog sono nati appunto per cercare sostegno in un momento, quello della nascita del primo figlio, in cui ci si sente più inadeguate e vulnerabili. Senta sputar sentenze o imporre le proprie idee o le proprie scelte. Semplicemente scrivendo della propria esperienza e mettendola così a disposizione di tutte…

Questo mi preme molto come messaggio. Le mamme hanno bisogno di un nuovo tipo di informazione: quella delle mamme come loro!

Related Posts with ThumbnailsTags: , , , , , , , , ,
Categorie: Lavoro, Problemi di Mamma
Feeds dei commenti: RSS 2.0 feed

18 comments

1 lasimo { 12.03.08 at 09:47 }

a me è piaciuto molto l’intervento di mammincorriera, quando ha detto che lei, grazie al suo blog è tornata a sentirsi un persona e non solo una mamma come invece la vedevano gli altri.

vi ho seguite on line e devo dirti che il dibattito mi è piaciuto molto, mi sono riconosciuta in tutte le mamme presenti e le ho sentite vicine ed amiche.

avete avuto proprio una bella idea…al prossimo conto di esserci !

simona

2 Jolanda { 12.03.08 at 09:54 }

Grazie Simona!

3 Panz-mammablogger { 12.03.08 at 16:48 }

è stato molto interessante e ricco di spunti. sto scrivendo un articolo in proposito per liquida…spero di rivederti presto
ciao e grazie
panzallaria

4 tappano { 12.03.08 at 16:54 }

ancora complimenti per il vostro entusiasmo e la vostra professionalità.

Ripensando a quando ascoltato solo su un punto non mi ritrovo daccordo, avete affermato che un blog di mamme poi finisce e si trasforma in qualcosa d’altro… io non credo… si evolvono i contenuti sicuramente, ma quando si diventa mamme lo si è per sempre… e lo stesso vale per i papà, eppoi come si dice bimbi piccoli problemi piccoli bimbi grandi… quindi la terapia continua :-D

l’unico papà presente, ha cmq vissuto una mattina davvero interessante e la sua stima verso le mamme è stata più che confermata.

Brave a tutte e ricordate che siete voi il sesso forte.

ciao

5 Jolanda { 12.03.08 at 17:25 }

Grazie Panz. Facci sapere quando ripassi di qui che combiniamo un incontro. OK?
Grazie Tappano! Son felice che l’incontro sia piaciuto pure a te!

6 bstevens { 12.03.08 at 18:27 }

mi sono divertita e interessata molto. grazie!!! B.

7 giuliana { 12.04.08 at 04:00 }

Grazie, Jolanda, per l’occasione che avete creato. E’ stato divertente e istruttivo, oltre che estrememnte interessante. Alla prossima!

8 Flavia { 12.04.08 at 06:08 }

Quando ho aperto VereMamme con l’obiettivo di incoraggiare le mamme e spronarle a liberarsi dalle pressioni e dai luoghi comuni, non mi aspettavo di trovare subito tanta sintonia e tanta simpatia. Lo dici perfettamente, Jolanda: “ogni mamma è capace di essere mamma nel modo migliore del mondo, per lei e per il suo bambino”, dobbiamo quindi farci sentire, e dirglielo. In altre parole i nostri blog hanno, accanto a un obiettivo individuale di “stanza per sè”, anche un valore “sociale”, diventano una cassa di risonanza di un movimento di opinione, che vuole “liberare” una volta per tutte il concetto di maternità, per riscriverlo ognuna o modo suo. Grazie perchè, più siamo a farlo, meglio è.
Al prossimo incontro allora!

9 mammaserena { 12.04.08 at 07:45 }

non sai quanto mi è dispiaciuto non esserci
alla fine non ce l’ho fatta perchè Sofia ormai la notte l’ha scambiata per il giorno e viceversa :-)
aspetto di vedere il video e di sentire la voce delle mamme che hanno partecipato
bellissimo il tuo post
condivido pienamente il tuo pensiero
perchè…sì…non se ne può più di sentirsi sempre sbagliate, inadeguate e incapaci
solo adesso sto imparando a reagire e a fare di testa mia
ma i primi mesi ho sofferto tanto per le critiche (camuffate da consigli) degli altri e la troppa saggezza di chi “c’è già passata” e lo sa meglio di te…
non a caso al 4° mese ho smesso di allattare la mia cucciola per via dello stress e dell’ansia che avevo
cmq spero ci sarà presto un’altra occasione di confronto con tutte le mammeblogger
e che dire…sono felice di sapere che il mio blog può essere di conforto a chi come me ogni tanto si sente un pesce fuor d’acqua

un abbraccio a tutte

10 Silvia { 12.04.08 at 08:49 }

Godo solo a leggervi e a vedere le foto.
Ma…l’uomo chi è???
:D

11 Jolanda { 12.04.08 at 09:02 }

L’uomo presente è il marito di una mamma blogger! E ha detto una frase molto interessante: i primi lettori di blog di mamme sono i papà! Simpaticissimo!

12 M di MS { 12.04.08 at 09:05 }

Ciao Jolanda!
Impressione positivissima. E’ chiaro che se non avessimo avuto limiti di tempo saremmo state lì a parlare tutto il pomeriggio.
E’ stato un incontro fatto da donne e mamme per donne e mamme, massima attenzione alle persone e a quanto avevano da dire. Proprio in linea con il tuo obiettivo di informazione-rete svincolata dai Grandi Vecchi della pubblicità e delle riviste.
Continuare così! Vai che siamo una forza.
Il blog è vivo e lotta insieme a noi!

13 Lupina { 12.04.08 at 09:08 }

Grazie davvero per l’opportunità di sentire la viva voce delle mamme. Per ricordare ogni tanto a chi ama generalizzare, che coi pargoli non ci si fonde il cervello, ma si è ancora in grado di partorire idee e concetti di buona qualità.

14 Monica { 12.05.08 at 06:53 }

non c’ero (purtroppo), non sono nemmeno di Milano… però:

informazione DELLE MAMME PER LE MAMME

questa è una frase che mi ha colpita molto, anche perché è quella che anima anche il sito cui collaboro strettamente, http://www.gemellinfamiglia.it, certo noi parliamo da gemellitori a gemellitori, forse è un po’ più specifico, ma credo che ciò che ci anima sia la stessa voglia di esprimersi, aiutare, farsi aiutare, in questo bellissimo e difficilissimo compito della genitorialità.

Sono contenta di avervi trovate!

15 lucia { 12.06.08 at 16:53 }

d’accordissimo con quello che dici, mi dispiace di non esserci stata, però è bello essere in contatto tra tutte! un abbraccio a tutte!

16 Chat donne { 11.11.09 at 11:32 }

Credo che ogni punto di incontro, blog, chat e quant’altro, sia importantissimo per scambiare informazioni di mamme per le mamme, perchè credo che essere mamma oggi sia molto più difficile, e non è un luogo comune. Credo che troppo spesso le mamme di oggi si sentano sole ed abbiamo più che mai bisogno di condividere e confrontare le proprie esperienze con altre mamme.

17 Cristina { 06.28.12 at 16:00 }

Salve, mi chiamo Cristina, abito in una paesino vicino a Firenze e sono mamma di una splendida bimba di tre anni.
Vorrei cominciare a lavorare in internet, ma non conosco siti seri che non siano truffe, mi potete dare delle informazioni? Grazie

18 pure garcinia cambogia slim today { 03.25.14 at 13:56 }

I was suggested this blog by my cousin. I’m now not certain whether or not this put up is witten through
hiim as nobody else know suuch specified approximately my trouble.
You are incredible! Thanks!

Leave a Comment