Category — Problemi di Mamma

Pulizie di casa: ma quanto vi odio? #angoliocurve

Odio le pulizie di casa!

Chiedete pure alle persone che abitano con me (figli e marito sostanzialmente) e sapranno certo dirvi cosa ne penso delle pulizie di casa. Le ODIO.
Non è solo per pigrizia, ve l’assicuro. Nella vita mi piace darmi da fare e non certo stare con le mani in mano.
E’ che proprio le trovo una perdita di tempo.

In realtà non è vero che le odio tutte indistintamente. Ci sono faccende che faccio più volentieri di altre.
Per esempio fare bucato (con la lavatrice, ovvio!) e poi stenderlo. In questa attività mi ritengo anche abbastanza brava, perché mi sono accorta che stendendo bene e con cura, mi evito poi di stirare (altra attività che ODIO!).
Lavare i piatti e sistemare la cucina è un’altra delle attività che posso fare senza diventare subito isterica (sempre se ho  la mia fida lavastoviglie come alleata).
Non saprei dire esattamente perché io trovi accettabile stendere i panni, lavare i piatti e sistemare la cucina. Forse perché sono attività che fisicamente non mi impegnano troppo e in più facendole posso comunque continuare a pensare ad altro. Non ci vuole troppa concentrazione, né fatica fisica.

Quello che veramente non sopporto è passare l’aspirapolvere, togliere la polvere e lavare il pavimento o i vetri.
I miei bambini lo sanno e hanno imparato fin da piccoli che appena entrati in casa si devono levare le scarpe e che è meglio non toccare i vetri con le mani sporche (altrimenti le urla della mamma sarebbero insopportabili!). Ho talmente rotto loro le scatole che stanno anche attenti a quello che fanno i loro amichetti quando vengono da noi e gli fanno levare le scarpe appena entrano in casa nostra! :-)

Che ci volete fare: lo sappiamo tutte che le mamme perfette non esistono e loro hanno imparato a convivere con una rompiscatole come me!
E pazienza se per ora mi considerano una scocciatrice e non capiscono il motivo di alcune piccole regole di casa. Quando avranno anche loro una casa sulle spalle, verrò rivalutata (così come ho rivalutato io i miei genitori, comprendendo alcune loro frasi solo in tarda età. “Questa casa non è un albergo”, per esempio!).

Spesso io cerco anche di coinvolgere i bambini nelle pulizie di casa, ma purtroppo le mie iniziative non vengono mai apprezzate e difficilmente riesco a farmi dare sul serio una mano. Per cui mi tocca rivolgermi a qualche volonterosa aiutante a pagamento, ma ovviamente questa soluzione è quella più onerosa per il portafoglio.
Purtroppo però non vedo altre soluzioni! Almeno per ora…

Il mio sogno sarebbe quello di avere un’aiutante come quella che avevano nella serie di cartoni animati “I Pronipoti” (o Jetsons). Ve li ricordate? La famiglia che vive nel futuro, si muove su un disco volante, ha una serie di elettrodomestici e device pazzeschi, compresa una bella domestica robot con tanto di crestina!
Simpatica, anche se un po’ pasticciona,  e soprattutto molto utile nei lavori di casa!
Ecco, sarebbe proprio quella che servirebbe anche a me (senza crestina!). Un bel robot che si occupa delle pulizie di casa mentre io faccio tutt’altro.

La mitica domestica robot dei Pronipoti

Che dite: provo a chiederla nella mia letterina a Babbo Natale?


Questo post è offerto da LG Hom-bot Square
Con Hom-bot Square, LG ha creato un robot aspirapolvere su misura per la tua casa…
…perchè la pulizia non è curve, ma angoli!

novembre 29, 2012   3 Comments

Riapre la scuola, con i soliti problemi

La Scuola Pubblica

Ogni anno in questo periodo mi ritrovo a ripensare alle stesse cose… e a riarrabbiarmi di nuovo.
Sono fermamente convinta che la Scuola Pubblica E’ la giusta scelta per i miei figli, per tanti motivi che ho già condiviso spesso tra le pagine del blog , per esempio qui e qui.(e sulla pagina di Facebook IO AMO LA SCUOLA PUBBLICA).

Ma tutti gli anni, al momento della ripresa, mi scontro con gli stessi, gravi problemi. [Read more →]

settembre 13, 2012   4 Comments

Ecco cosa succede alla scuola italiana

Io amo la Scuola Pubblica

Sono appena rientrata dalla riunione scolastica della nostra scuola. Che tristezza… che rabbia… Come è possibile che uno stato si accanisca così sul suo futuro, sui bambini che saranno i cittadini di domani?

Ma a parte queste considerazioni filosofiche, vorrei spendere due righe su quello che succede oggi nella scuola italiana.

Il Tempo Pieno non esiste più. Il Tempo Pieno dato dalle 40 ore settimanali e alcune ore di compresenza. Cancellato, eliminato, caput.

Ai più fortunati resta la scuola a 40 ore settimanali. Che somiglia al Tempo Pieno, ma non lo è. Sono sempre 40 ore, ma la compresenza di due maestre sulla stessa classe non c’è più. Senza la compresenza si eliminano tutte quelle materie che erano fatte con solo una parte della classe, per esempio informatica (ma non vorrete farmi credere che al giorno d’oggi serve saper usare un computer, vero?).
Sono cancellate tutte le uscite: teatri, gite, esperienze di qualsiasi tipo fuori dalla scuola (per il semplice fatto che per uscire una classe ha bisogno di essere accompagnata da due maestre. Ma due maestre insieme sulla stessa classe non ci sono più).
Amen!

Poi ci sono le scuole che non hanno più neppure la possibilità di fare la scuola a 40 ore settimanali. Per cui ne avranno 30, 27, 24… dipende dalla fortuna. Provate a pensare: il bambino va a scuola dalle 8,30 alle 12,30, poi torna a casa per pranzo e rientra alle 14,30, fino alle 16,30. Comodo no per la mamma che lavora? Tenendo contro, tra le altre cose, che “stare a casa è un privilegio”!

Sono veramente desolata.
E io sono già Superfortunata, perché sono in una scuola dove c’è un SUPERPRESIDE, a cui se potessi farei una statua stasera stessa per come ci mette l’anima in quello che fa e per come cerca di far quadrare tutto nonostante ogni anno gli tolgano sempre più insegnanti e risorse.
Perchè il prossimo anno ci saranno altri tagli. Si sa già, ce lo hanno detto stasera. NON E’ FINITA.

Quello che mi chiedo è: ma davvero non facciamo nulla? Davvero staremo tutte a guardare come ci distruggono la scuola? Non ci posso credere, dai…

giugno 3, 2010   19 Comments

Dolce anno nuovo!

A tutte voi auguro un inizio anno nuovo dolce come il mio!

5 Kg di Nutella!

5 Kg di Nutella!

Come può andare male un anno che inizia in compagnia di 5 Kg di Nutella? Io sono assolutamente ottimista! Certo, prenderò qualche chiletto qua e là, ma non si può avere tutto dalla vita, non vi pare?

Auguri a tutte!

dicembre 31, 2009   12 Comments

W i Pigiama Party!

Non ho ancora capito bene come ho fatto a ritrovarmi in questa situazione, ma questa sera a casa mia si svolge un Pigiama Party.
Tutto è cominciato qualche settimana fa, quando la mia amica Lorenza, mamma di Leone, ha invitato il mio Tommaso ad un Pigiama party a casa sua, in occasione del compleanno del figliolo. Tommy, naturalmente, ha accettato entusiasta.

Al Pigiama Party è invitato anche un altro amico storico del Tommy, Giacomo, la cui sorellina Olivia (detta Ollie) è una delle migliori amiche di Aurora. E così la mamma di Ollie ha organizzato un secondo Pigiama Party a casa sua, invitando Aurora. Inutile dire che anche lei, nonostante non abbia ancora compiuto i 5 anni, ha accettato con entusiasmo!

Matilde, che non si fa sfuggire nulla, ha subito capito che la casa sarebbe stata “libera” e ha colto l’occasione per invitare 3 amiche (3!!!) al terzo Pigiama Party di questo post!

Io non ho avuto cuore di dire di no e così, mentre scrivo, ho intorno un coro urlante di ragazzine isteriche di fronte alla puntata serale de “Il mondo di Patty” (se ancora non sapete cos’è, beate voi. Se avete figlie femmine, non sfuggirete a lungo all’incubo Patty… ve lo garantisco!).
Prima di piazzarsi emozionate davanti alla telenovela per teenagers, si sono infilate il pigiama (d’altra aprte siamo ad un Pigiama Party, no?) ed ecco come hanno lasciato i loro vestiti in bagno:

Ordine prima di tutto!

Ordine prima di tutto!

Ho provato a dire a mio marito che volevo organizzare un quarto Pigiama Party con le amiche (magari in una bella SPA!). Mi ha immediatamente bocciato l’idea! :-) [Read more →]

Related Posts with Thumbnails

dicembre 11, 2009   40 Comments