Tag — figli

Le cose cambiano…

Le cose cambiano quando i figli crescono.
Pian piano ti accorgi che possono fare sempre più cose da soli, poi ti accorgi che fanno da soli solo le cose che gli fanno comodo. Ma è comunque un inzio.

Per esempio pian piano si smette di accompagnarli a scuola. O ai corsi pomeridiani (specie se si è state così accorte di iscriverli solo a corsi che si tengono a non più di 500 metri dai casa!). Probabilmente è perché iniziano a vergognarsi di essere accompagnati e specialmente perché preferiscono andarci con gli amici… Poco importa in verità: la cosa importante è che inziano a muoversi da soli. Alle volte mi fanno anche un po’ di spesa. Insomma da un punto di vista logistico e organizzativo non è male.

I figli crescono, le cose cambiano

Forse poi tra qualche anno, quando le esigenze saranno di andare più lontano riprenderò ad accompagnarli, ma in questo periodo davvero ho notato una nuova indipendenza.

E l’altra sera è successa anche una cosa incredibile. Dopo cena io e Paolo abbiamo chiesto ai bambini se volevano uscire a prendere un gelato. Qui in zona ci son due o tre gelaterie che fanno un gelato proprio buono e ora che è arrivato un po’ di caldo è bello uscire a fare due passi prima di andare a dormire. Tutti e tre hanno detto: NO. Nessuno voleva uscire: chi stava guardando il cartone preferito, chi si era già messo il pigiama, chi preferiva scambiare sms con l’amica del cuore… E allora?

E allora abbiamo deciso che era la volta buona. Abbiamo provato a lasciarli da soli a casa per 15/20 minuti.

E allora siamo usciti io e Paolo. Da soli! Due passi, chiacchierando tranquilli. Un gelato in mano guardando due vetrine. Son tornata in un botto indietro di 15 anni.

Per una volta non è stato male! :-)

maggio 31, 2012   12 Comments

Genitori, figli, Internet: parliamone!

Connecting generation

Sappiamo tutti che il tema genitori/figli/rete/pericoli/opportunità è uno dei più attuali di questi anni. I genitori sono spesso spaesati di fronte a Internet e ai social network. Spesso non sanno come gestire le richieste dei ragazzi: o vietano loro di andare in rete oppure li lasciano liberi e senza controlli di fronte al web.

Per cercare di chiarire qualche dubbio e provare a dare qualche consiglio sensato, vi aspetto il 2 febbraio in Cattolica a Milano.
Trovate tutte le info nel pdf allegato (1M).

Vi aspetto!

 

gennaio 30, 2012   5 Comments

“Vita senza figli” vs “Vita coi figli”

Questo post non ha nessuna velleità di essere esauriente. Di essere completo.
Questo post ha un unico motivo di esistere: lasciarmi sfogare, pensando a com’era la mia vita “prima” e com’è ora, cioè “dopo”.
Intendo “prima” e “dopo” aver sfornato tre figli.

Iniziamo.

Alcune delle cose che una mamma fa durante la sua giornata

Le vacanze
Prima: erano il periodo dell’anno più agognato, più atteso. Che fossero quelle di Natale o quelle estive, poco importava. Interessava solo che arrivassero… e presto.
Dopo: le vacanze non esistono più. Ci sono solo più le CACAnze. E il loro arrivo, specialmente di quelle estive (3 MESI!), è un vero incubo.

Le valigie
Prima: nessun problema. Si buttava dentro tre robe in croce e via!
Dopo: lo stress di non dimenticare qualcosa mi perseguita per giorni e giorni. E tanto poi dimentico sempre qualcosa.

Vedere un film
Prima: ricordo con nostalgia le serate tranquille sul divano a vedere qualche bel film in compagnia di amici o romanticamente col fidanzato/marito
Dopo: sono ANNI che non vedo un film senza interruzioni causa cacca, pipì, acqua, litigi furiosi in atto, ecc.. Probabilmente tra qualche annetto riprenderò a vedere film seduta sul divano. Ma allora sarò distratta dall’ansia dell’attesa del loro rientro a casa… SIGH!

I Villaggi vacanza
Prima: li fuggivo come la peste!
Dopo: peccato che siano così costosi perché sarebbero la vacanza (cacanza!) ideale! Sopratutto quelli con un miniclub dove rinchiuderli (gettando la chiave!)
😀

Pranzi o cene fuori
Prima: una delle cose migliori della vita era uscire a mangiare con gli amici, provare un ristorante nuovo, o tornare nel locale preferito…
Dopo: le uscite sono ridotte al minimo. Impossibile ritornare due volte nello stesso posto: ci riconoscerebbero e non ci farebbero rientrare MAI PIU’!

La musica in macchina
Prima: seguivo un sacco di programmi alla radio, ascoltavo la mia musica preferita, cantavo ad alta voce percorrendo le strade del mondo…
Dopo: quello che vorrei ascoltare io, “Fa schifo”. Se appena apro bocca, mi zittiscono perchè “sono stonata” (e qui un po’ di ragione devo dargliela…). Si ascolta solo più Hanna Montana o High School Musical. Alle volte è anche peggio: Il mondo di Patty!

Il tempo libero
Prima: ogni tanto dovevo concentrarmi per trovare qualcosa da fare. Mi mettevo in un angolo tranquillo e pensavo “Ok, cosa posso fare adesso? Come posso trascorrere queste ore libere?”.
Dopo: non so più cosa sia il tempo libero. Vivo di corsa e quasi mi sembra che sia normale. Il problema è che l’età avanza e inizio pure a perdere colpi e a dimenticarmi, ogni tanto, qualcosa…

Potrei andare avanti così per ore, ma non vorrei tediarvi…
Come ho detto questo post è solo una piccola valvola di sfogo.
Se volete, usatela anche voi e sfogatevi nei commenti dicendomi com’era la vostra vita “prima” e “dopo”.

Chiudo con un proverbio che mi ricorda sempre mia mamma: “Hai voluto la bicicletta? Pedala!”.

maggio 7, 2010   22 Comments

Il ragionamento che non fa una grinza!

Aui la filosofa

Aui la filosofa

Interno bagno. Aui sta facendosi, da sola, il bidè.

“Mamma, ho deciso! Da grande NON farò bambini…”
“No?” dico io “E come mai?”
“Perchè non sono mica scema. Hai idea che male uscire da un buco così piccolo?”.

Non si può darle torto.
Il ragionamento non fa una grinza.

marzo 4, 2010   8 Comments

Cuccioli innamorati

Ho gia’ avuto modo di scrivere degli sbalzi del cuore dei miei bambini. Mi sa che quando cresceranno, dovrò cancellare qualche post di questo (oramai vecchio!) blog… Ma ci penserò più avanti.

Da qualche settimana siamo in vacanza in montagna e i bambini sono impegnati con il corso di tennis al mattino e i giochi organizzati dal comune al pomeriggio (in mezzo ci mettiamo un bel po’ di discussioni per fare qualche mezz’oretta di compiti! Ma anche di questo abbiamo già avuto modo di parlare…).

Grazie ai loro impegni, quest’anno si sono fatti i primi veri amichetti “estivi” e la loro cerchia di compagni di gioco si è allargata, non ci sono più solo i cuginetti…
E così, conoscendo altri, capita che il cuore dia qualche primo sobbalzo.

Sobbalzi di cuore!

Sobbalzi di cuore!

Ma io non ero preparata! [Read more →]

Related Posts with Thumbnails

luglio 21, 2009   20 Comments