Tag — idea

Consigli per i regali di Natale: questo NON può mancare!

So di sfondare con voi mamme una porta aperta se si parla di cacche di cani!
Vero o no che non c’è quasi nulla di peggio, quando si passeggia con i bambini in carrozzina, che dover fare una gimcana sul marciapiede per evitare i bisognini dei cani? Per non parlare di quando i nostri pupi, un po’ più grandicelli, ci portano a casa scarpe sporche un giorno sì e l’altro anche.

E, badate bene, non ce l’ho con i cani.
I veri maleducati sono i padroni.

Nonostante ci sia una legge che prevede che i bisognini dei propri cuccioli debbano essere raccolti e buttati in luogo adatto, spessissimo i padroni se ne fregano, con il risultato che le strade di città sono disseminate.
Almeno questa è la mia esperienza.

Ma come mai i padroni delle bestiole non vogliono farsi carico dei loro bisognini? Forse perchè non sono stati educati a farlo fin da piccoli. Può essere.
E, se così fosse, io non vorrei fare lo stesso sbaglio delle mamme di quei maleducati e così, non appena ho visto questo fantastico gioco, ho deciso che sarà MIO, quando arriverà in Italia (infatti qui non mi risulta sia già disponibile. Io l’ho visto solo su Amazon.de).

Ditemi voi se non è educativo.
Si tratta di Kackel Dackel.

Raccogli la cacca del tuo cane!

In pratica è un semplice gioco da tavolo in cui si dà da mangiare al bassotto e poi si raccolglie con la palettina il risultato della sua digestione (scusate la descrizione un po’ stringata, ma il video e i testi che ho trovato in rete sono in una lingua a me sconosciuta!).

Io credo che dei bambini cresciuti giocando con un cagnolino simile, sapranno comportarsi in modo educato e civile da grandi, in merito alla gestione delle cacche dei loro migliori amici a 4 zampe. Almeno lo spero.

So anche, però, che non c’è insegnamento migliore che l’esempio. Per cui faccio un appello ai padroni dei cani che sono anche genitori: raccattate da terra i bisogni dei vostri cuccioli! Grazie.

Condividi

dicembre 14, 2010   27 Comments

Oggettistica per bambini e non solo

ATTENZIONE: QUESTO NON E’ UN POST A PAGAMENTO! CIO’ NON TOGLIE CHE SE HIGH TECH DECIDESSE DI FARMI UNO SCONTO, NE SARO’ MOLTO FELICE!

Ieri in pausa pranzo sono andata a fare un giretto da High Tech.
E’ sempre uno spettacolo; il “tour” del negozio è ogni volta molto divertente e se si sta cercando un regalo un po’ originale e diverso, si può star certi che non si rimarrà delusi.
Io vedo sempre troppe cose che mi porterei volentieri a casa e anche ieri ho scovato alcuni oggetti che inserirò nella mia letterina a Babbo Natale! Ora ve ne mostro qualcuno.

Se per esempio avete un bambino che fa un po’ di storie a mangiare, che non è interessato al cibo, che si annoia a stare a tavola, potreste provare a proporgli i vostri manicaretti in un piatto come questo:

FoodFace

Visto che carino? Ogni pietanza una faccia diversa! Gli spaghetti sono riccioli biondi, le fragoline di bosco dei brufoli adolescenziali, la panna montata una bella barba bianca… Insomma, per far mangiare il vostro figlioletto adorato dovrete solo sbizzarrire la vostra fantasia!

FoodFace

Sempre in tema di pupattoli, ho trovato carina anche questa tazza colorata con mega manici, per quando i più piccoli iniziano a bere dal bicchiere. Potranno così impugnare con sicurezza la tazza anche alle prime prove. Non credo che questo vi metta al riparo delle solite sbrodolate e dai classici rovesciamenti, ma diciamo che almeno è un oggetto simpatico da tenere in cucina e sulla tavola.

Tazza con mega manici

Poi ho trovato il regalo ideale per Tommaso, il mio bambino patito di banane. Ogni sera una banana, possibilmente tagliata a fettine. E con questo oggetto sarà di certo ancor più divertente dividere il frutto in piccoli pezzi.

Tagliabanane

Nella mia letterina a Babbo Natale inserirò questa bella caffettiera che, in quanto verde, mi si addice proprio.

Caffettiera ideale

E anche la radio Brionvega, grande classico, che mi è sempre piaciuto parecchio e che nell’ufficio di Filastrocche.it starebbe benissimo!

La mitica radio Brionvega

Per fare un regalo originale ecco IceInvaders, i cubetti di ghiaccio a forma di Space Invaders. Ve li ricordate?

IceInvaders

Poi in negozio ho visto anche le Kimmidoll, queste simpatiche bamboline. Non servono assolutamente a nulla, ma non le trovate strepitose? Ne vorrei un gruppetto sulla scrivania…

Kimmidoll

A conclusione di questo post, ci tengo a farvi notare il mio autocontrollo e il mio equilibrio inetriore.
Ragazze, sono uscita dal negozio senza comprare nulla!
Nonostante avessi visto almeno una decina di cose di cui sentivo di non poter fare a meno, NON HO COMPRATO NULLA!
Altro che shopping compulsivo : AUTOCONTROLLO!

Però forse anche la maledetta crisi ci ha messo lo zampino! :-)

In ogni caso se non avete tempo di fare un giro in negozio, vi segnalo comunque un sito dove potrete vedere (ed eventualmente comprare, se non avete il mio autocontrollo) un po’ di oggetti davvero cool!

settembre 29, 2010   7 Comments

Idee di mamma

Quanto mi piacciono le idee che vengono alle mamme!
Sempre più mi spingono a pensare che davvero ci si può reinventare quando al rientro dalla maternità si trovano, come spesso accade, brutte sorprese sul posto di lavoro.

Ecco che cosa ha inventato una mamma sicuramente creativa e spiritosa.

Panna montata e pennarelli? Non c'è problema!

Panna montata e pennarelli? Non c'è problema!

Lo vedete? Le magliette SONO GIA’ MACCHIATE!
Quando vestite il vostro bambino, dovete solo scegliere quale macchia indosserà e fino a sera non ci penserete più.
Va ad una festa di compleanno? Perfetto, fategli indossare la maglietta con le macchie di panna montata.
Va ad un laboratorio creativo? Benone, infilategli la maglietta decorata con righe di pennarelli colorati.
E se durante la giornata le rigacce di pennarello dovessero aumentare, nessuno se ne accorgerà: il vostro pupo indosserà comunque un capo spiritoso, divertente, adatto alla sua età e sopratutto comodo. [Read more →]

dicembre 22, 2008   8 Comments

Libera!

A ogni mamma è capitato almeno una volta nella vita di essere da sola in giro col pupo e di avere bisogno di andare in un bagno pubblico. Se il bimbo in questione è abbastanza grande, non ci sono grossi problemi. Gli si dice: “Stai buono, aspetta un attimo la mamma qui fuori” e ci si augura che ubbidisca, sperando di non trovarlo, dopo esserci liberati del bisognino, con le mani nel gabinetto vicino. Naturalmente si fa pipì il più velocemente possibile e spesso si esce con i calzoni ancora da allacciare, col rischio di restare in mutande!

Se il pupo è in fasce, il problema è ancora più grosso. Spesso i bagni son così piccoli che entrare con il passeggino o, peggio, con la carrozzina, è praticamente impossibile.

Ma ora esiste un aggeggio che aiuterà le mamme che si devono sempre arrangiare da sole.
Eccolo qua:

Appendibambini

Appendibambini

Capito come funziona? [Read more →]

Related Posts with Thumbnails

ottobre 29, 2008   5 Comments