Tag — libro

Libro vs Kindle: chi è il migliore?

Il Kindle

Ho sempre amato i libri, ma sono pure un’appassionata di tecnologia “spicciola” (non quella per i veri tecnologi,  quella per smanettoni, amanti dei gadgets per intenderci).
Quindi il Kindle mi ha sempre incuriosito, fin dalla prima volta che l’ho visto.
Così l’ho segnalato nella mia letterina a Babbo Natale e l’ho trovato sotto l’albero il 25 dicembre.

Ma pur essendo curiosa, ero anche un po’ scettica: mi sarebbe piaciuto leggere i libri in formato elettronico? Mi sarei abituata a leggere “un libro” senza sfogliarne le pagine? Senza sentire il profumo della carta?

Poi l’ho preso in mano e ho subito capito che noi due saremmo andati molto d’accordo!

Intanto pesa pochissimo. Per cui la sera a letto è molto più comodo da tenere in mano. Senza contare che quando ti cade sul naso perchè ti addormenti fa molto meno male!
E’ piccolo, però può contenere molti volumi tutti insieme. E il vantaggio di metterlo in valigia invece di una pila di libri è notevole (specie per una come me che in vacanza cerca di leggere ogni minuto libero!).

E’ facile da usare e per me questo è fondamentale. Se fosse stato troppo complicato compare ebook online e caricarli dentro il Kindle, probabilmente non mi sarebbe piaciuto così tanto.
Avevo dei dubbi sul fatto che si potesse leggere bene. Temevo che si stancassero gli occhi dopo un po’, come succede quando si passano troppe ore davanti al computer. E invece, anche in questo caso, il Kindle non mi ha delusa.
Certo il suo schermo non è adatto a vedere un video o a giocare a un videogioco. Ma per leggere è davvero perfetto! Il migliore, direi.

La durata della batteria è elevatissima (da Natale ad oggi l’ho caricato solo due volte!).

Inoltre tiene il segno di dove sei arrivato a leggere e in basso ti segnala la percentuale i libro letto (in pratica ti permette di capire quanto libro ti manca ancora prima di arrivare alla parola “FINE”).

Insomma che dirvi? Sono davvero sodisfatta del mio nuovo giochino! Credo che il giorno che arriverà sui banchi di scuola sarà un bel passo avanti per tutti (in special modo per la schiena dei nostri figli!).

Ciò non vuol dire che non leggerò mai più libri cartacei. Alle volte mi farà comunque piacere leggere un libro “vero”, sentire ancora il profumo della carta, sfogliare le pagine dei libri preferiti che tengo in libreria…
Ma indubbiamente questo Kindle è davvero un piccolo gioiello!

gennaio 20, 2012   6 Comments

Ho letto: Dai diamanti non nasce niente. Storie di vita e di giardini

Dai diamanti non nasce niente. Storie di vita e di giardini - Serena Dandini

Sono sempre stata una fan di Serena Dandini, fin dai tempi della “TV delle ragazze” e “Avanzi” e quando ho visto che era uscito un suo libro non ho resistito e me lo sono preso subito!
Ho notato che l’argomento non era proprio nelle mie corde, perché negli ultimi anni non ho più avuto tempo di dedicarmi a piante e orticelli, sebbene da “gggggiovane” mi dilettassi con il verde sul balcone di casa di mamma.
E invece il libro è stata una piacevolissima sorpresa!
L’ho divorato in pochi giorni e mi è piaciuto davvero molto.

E’ pieno di notizie e informazioni su piante e fiori, inframmezzate da curiosità, citazioni, richiami, riferimenti a personaggi che hanno amato il giardinaggio. La Dandini ci racconta in modo semplice, ironico e divertente come Chopin, George Sand, Maria Antonietta e tanti altri hanno seguito e assecondato la loro passione, ci descrive la sua gioia quando vede le sue piante crescere e ambientarsi e ci fa capire che “chi pianta un giardino semina la felicità”.
Il libro, tra l’altro, è anche molto utile a chi ha la stessa passione dell’autrice e coltiva piante e giardini. Infatti è pieno di indirizzi di vivai e serre dove andare a rifornirsi di semi, terricci e piante.

Come ho scritto più sopra, le piante erano un mio hobbie qualche anno fa e probabilmente proprio per questo motivo il verde è da sempre il mio colore preferito.
Ricordo inoltre che da bambina mia nonna mi regalò un libro dal titolo: “Tistù dai pollici verdi” e lo trovai bellissimo! Parlava di un bambino che faceva crescere fiori su tutte le cose che toccava. Era un vero inno alla pace e alla serenità. Purtroppo non l’ho mai ritrovato nella versione illustrata che mia nonna mi regalò, ma se volete lo trovate in altra edizione qui (con un titolo leggermente diverso!).

Il libro della Dandini, dopo tanti anni, mi ha fatto provare le stesse sensazioni di serenità, tranquillità e, a tratti, euforia, che provai leggendo le avventure di Tistù.
E di questi tempi, vi assicuro, non è poco.

Vivamente consigliato!

Per chi fosse interessata, incollo qui sotto una descrizione del libro (presa da IBS). [Read more →]

gennaio 10, 2012   3 Comments

Ho letto: L’ultima lettera

L'ultima lettera - Sarah Blake

I libri che trattano di guerra non sono di solito il mio genere, ma questo libro di Sarah Blake l’ho trovato davvero intenso e coinvolgente.

Sullo sfondo della seconda guerra mondiale si intrecciano i destini di tre donne, legati indissolubilmente a una lettera, unica portatrice di notizie in un’epoca in cui cellulari, Internet e email non avevano ancora fatto la loro rivoluzionaria apparizione.

Un libro che ho letto tutto d’un fiato, a tratti commovente e toccante e che aiuta a non dimenticare un passato tragico e sconvolgente.

Consigliato!

Per chi fosse interessata, incollo qui sotto una descrizione del libro (presa da IBS). [Read more →]

luglio 21, 2011   1 Comment

Ho letto: Il cervello delle mamme

Il cervello delle mamme - Katherine Ellison

Quando qualche mese fa ho letto dell’uscita di questo libro ho subito deciso che l’avrei letto. Infatti è stato scritto per sostenere una tesi che io credo sia verissima, perché l’ho provata personalmente.

Sono anni infatti che sostengo con le amiche che in seguito alla maternità le ore della mia giornata sono diventate assai più produttive! Mi spiego meglio: se prima di avere figli per prendere decisioni o eseguire dei lavori avevo bisogno di un certo tempo, dopo le gravidanze questo tempo si è accorciato di parecchio. Sono diventata MOLTO più veloce, MOLTO più organizzata, MOLTO più decisa (mio marito dice anche MOLTO più rompiballe, ma gli uomini, si sa, tendono sempre a lamentarsi di qualcosa!).

E questa è appunto la tesi sostenuta in questo libro: diventando madri  il cervello diventa molto più efficiente e veloce. Impara a rinnovarsi velocemente e ad adattarsi a seconda delle necessità, perché ora la nuova mamma non si deve occupare solo di sè stessa, ma anche di un’altra creatura e, generalizzando, anche della sopravvivenza della specie!
E’ naturale quindi che le facoltà mentali delle mamme siano accentuate e potenziate per poter far fronte alle necessità dei cuccioli e del nuovo assetto famigliare.

Il libro è quindi molto interessante e istruttivo, anche se molto scientifico nella sua narrazione. E’ infatti un vero e proprio saggio che aiuta le mamma a capire che “sei più forte di quanto sembri, e più in gamba di quanto pensi!” come sostiene da anni anche il simpatico orsetto Winnie the Pooh!

Per chi fosse interessata, incollo qui sotto una descrizione del libro (presa da IBS). [Read more →]

luglio 14, 2011   7 Comments

Ho letto: Di materno avevo solo il latte

Di materno avevo solo il latte - Deborah Papisca

Il tema centrale di questo simpatico volume è la depressione post parto. L’autrice infatti ci è passata attraverso e, profondamente colpita dall’esperienza, l’ha descritta in questo libro.

La Depressione post parto colpisce molte mamme nelle settimane successive alla nascita del bambino e può presentarsi in modo lieve, ma anche molto profondo. E’ un problema da non sottovalutare che spesso non può essere superato senza l’aiuto di qualcuno (possibilmente del marito e dei famigliari).

Per questo motivo ho trovato il volume interessante: tratta un argomento che, a mio parere, non è ancora del tutto libero da pregiudizi. Non se ne parla abbastanza alle future mamme, spesso arrivano al parto senza sapere che possono essere colpite da depressione, che non c’è nulla di strano e, soprattutto, che non devono avere paura di chiedere aiuto…

Affrontare la maternità è un’avventura bellissima, ma non è una semplice passeggiata. Prima di imparare a gestire un nuovo essere umano che dipende totalmente da noi, può capitare di sentirsi inadeguate e sperse. A volte anche disperate… L’importante è capirlo e saper chiedere aiuto in tempo.

Questo volume può essere un utile regalo alle mamme in attesa o che hanno appena partorito, perché potrebbe aiutarle a gestire un’eventuale depressione post parto in modo più sereno e col sorriso sulle labbra.

Per chi fosse interessata, incollo qui sotto una descrizione del libro (presa da IBS). [Read more →]

Related Posts with Thumbnails

luglio 8, 2011   2 Comments