Alikam-salam

Se vi piace questa versione, dovete ringraziare Anna, che ce l'ha inviato in seguito ad un appello pubblicato sul sito (11 dicembre 2000).

Rit.
Alikam-salam, Alikam-salam-salam (facendo inchini con le braccia tese in alto)
perepepè zum zum 
perepepè zum zum zum zum (suonando la tromba con le dita)

Siamo andati nel persian
alla corte di Alikam.
Alikam era seduto 
su un cuscino di velluto.

Rit.

E la figlia del sultano 
era sdraiata sul divano.
Piange, piange si dispera
l’hanno fatta prigioniera.

Rit.

Ma il principe Pernacchia 
le regala una cornacchia.
La cornacchia vola via
nell’immensa prateria.

Rit.

La cornacchia era fatata,
si trasforma in patata,
cade in testa ad un arciere:
quante stelle fa vedere.

Altre versioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?