I gobbetti



Una sera, una sera di notte
due gobbetti si davan le botte
due gobbetti si davan le botte
se stete zitti ve digo il perché.

Due gobbetti di media statura
se parlavan di cose amorose
e i gaveva una matta paura
che i passanti li stesse a sentir.

Uno ghera il famoso Matia
l’altro ghera il fabbrica inciostro
che embriago de grapa e de mosto
insultava l’amico fedel.

Uno g’ha dito: “Va là di sé gobo !”
l’altro el g’ha dato ‘na pronta risposta:
“Se mi son gobo, ti non te sé drito:
drio la schena te g’ha un montesel”.

I se ga dito parole de ciodi
il se ga dato cadreghe sul muso
e i se andati a finire in quel buso
dove se beve un bicer de quel bon.

Un commento su “I gobbetti”

  1. Renzo says:

    Il testo è stato ITALIANIZZATO, il gruppo de IL CANFIN lo canta in dialetto con notevoli differenze; Amerei fosse riprodotto il testo al dialetto originale. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?