Il riccio si chiude per timore

Francesca Gozzi

Il riccio si chiude per timoreIl riccio barcolla dolcemente,
si muove allegramente.
Lo incontri solo al buio,
per lui è più sicuro!

Durante l’autunno si è abbuffato,
non sai quanti vermetti ha mangiato!
Cerca un riparo dove stare,
poi si mette a ronfare.

Dorme dodici ore ininterrottamente,
lui non va mica a scuola, non fa niente!
Mille aculei mostra al mondo,
una palla a tutto tondo.

È un buffo animaletto
che trovi nel boschetto.
Si chiude in una sfera spinosa:
attenti a quella cosa!

Ha le spine e sai perché?
Vuol difendersi da te,
si nasconde perché ha paura,
è nella sua natura.

Stai attento, non toccare,
ti potresti far del male!
Se si sente minacciato,
vedi il suo peggiore lato!

Ha il terrore degli umani,
si difende con gli aghi.

Ma se hai pazienza di stargli vicino
diventa morbido come un pulcino.

Il riccio sembra rude,
si nasconde, si chiude.
Non è certo sgarbato,
è solo spaventato!

Si appallottola per timore,
non perché vuole.
I suoi aculei possono far male,
ma se è tranquillo si lascia accarezzare.

Anche noi umani, qualche volta, per timore
chiudiamo il nostro cuore.
Come lui, piano piano,
a fidarci degli altri impariamo.

 


Se cercate le più belle Poesie sugli Animali, cliccate qui!


Se cercate le più belle Filastrocche sugli Animali, cliccate qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?