Piccole Rime
I diritti dei bambini

 

Filastrocca è una canzonetta
Una manciata di lettere
I colori della poesia
La Primavera e altre cose
I diritti dei bambini
"Cin cin" poesie dalla Cina
Il mio cuore vola, poesie dall'Africa

I diritti dei bambini

"Una poesia non è sempre
una cosa reale,
è anche fantastica"
(Giacomo)

I colori dei diritti dei bambini
Il diritto all'uguaglianza
è giallo sole 
che illumina la mia stanza.
Per imparare le parole
ho il diritto di studiare.
I bambini di tutto il mondo
hanno il diritto di mangiare
e di fare un girotondo
tutti uniti, senza litigare.
Se ogni bambino ha la sua famiglia
vive come perla nella conchiglia.
(Classi I e II, Scuole elementari di Dormelletto)

Diritto al gioco I
C'è un diritto elementare
che è quello di giocare:
ogni bambino deve trovare
il suo spazio per giocare.
Può divertirsi con gli amici, 
stare insieme allegri e felici.

Ma c'è un paese sbagliato
dove il gioco è vietato,
qualche bambino deve lavorare
degli altri il fratellino devono curare.
Alcuni i palloni devono cucire
e non si possono mai divertire.

Quando i bambini vogliono giocare
i grandi il loro diritto devono rispettare.
(Classi I e II, Scuole elementari di Dormelletto)

Diritto al gioco II
C'è un diritto elementare
che è quello di giocare.
E' bello stare al mare
dove si può anche nuotare.
E se avete una palla 
potete stare a galla.
Con due amici a nascondino 
puoi andare dietro a un pino
e poi fare un riposino
bevendo il cappuccino.
Ogni giorno all'intervallo
noi facciamo un bel ballo,
ogni sera con mia sorella
io gioco a fare la bidella.
La filastrocca qui tace
e a noi molto piace.
(Classe II B, Scuola elementare "Dante Alighieri")

Diritto al gioco - Acrostico
Ditemi voi gente del mondo
I diritti di bambini e bambine,
Ripeteteli alle terre lontane e vicine.
Impariamo un bel gioco:
Tutti insieme
Teniamoci per mano
Oppure

Alleniamoci a tirare
Lentamente solo

Gessetti leggerissimi,
Indistruttibili,
O palline
Colorate a chi non ci ascolta
O non rispetta i nostri diritti.
(Nicola e Kevin)

Diritto alla dignità
1.
Ogni giorno vado di là
dalla mamma e dal papà,
dico al caro paparino:
sai, papino...
E lui risponde:
va' in giardino!

Allora vado dalla mamma
e dico: sai, mammina...
Lasciami stare,
che devo andare
a prendere la tua sorellina!

Ogni giorno è sempre così,
allora taccio tutto il dì!
(Luana)

2.
Papà, paparino...
Sta' zitto, devo innaffiare
i fiori in giardino!

Mamma, mammina...
Va' via, devo andare dalla zia Pina!

Nessuno mi ascolta. Basta!
Mai più io parlerò!
Mamma, papà, mai più vi ascolterò!
(Claudio)

I bambini che lavorano 
1.
Alcuni bambini del mondo
non possono fare il girotondo,
lo sapete perché?
Perché devono lavorare,
non si possono fermare.
Devono lavorare,
altrimenti il padrone li può bastonare.
(Jessica e Luana, classe V) 

2.
I bambini che sono schiavi:
non è proprio giusto!
Al telegiornale ho visto qualcosa
di brutto: un mare
impetuoso, un cielo grigio,
e dei bambini sopra un gommone
per sbarcare
al mercato degli schiavi!
Forse un bimbo ha scoperto tutto
e gli è sceso un lacrimone.
Questo mi dispiace
e vorrei un rimedio efficace.
Forse la cura è la volontà del cuore,
cioè l'amore.
(Maria Pia, classe III)

Diritto alla libertà e alla pace
Di diritti ce ne sono tanti
Importanti ma diversi.
Recitiamoli insieme,
Impariamoli bene
Tutti quanti,
Teniamoli a mente,
Ordiniamo di rispettarli.

Alla libertà c'è il diritto,
La libertà è importante,
La libertà del mondo intero,
A lei chiediamo di non lasciarci.

Liberi,
Insieme
Balliamo felici
E diventiamo amici.
Raramente ciò succede:
Tanti sono costretti
Ad andare in guerra.

E c'è anche chi l'elemosina chiede.

Alla pace c'è il diritto:
La pace è per tutti.
La pace è lì che ci aspetta.
A lei chiediamo la speranza.

Per tutti la chiediamo,
A grandi e piccini.
Ce n'è per tutti se vogliamo
E insieme la chiediamo.

Diritto all'uguaglianza
Io sono italiano
tu sei africano,
lui è francese
lei è inglese.

Io mi chiamo Antonella
tu t'appelles Gabrielle,
her name is Isabel.

Io sono cristiana
tu sei musulmana,
lui è buddista
lei è induista.

Siamo tutti diversi
e siamo tutti uguali.
(Classe V, Scuola elementare di Dormelletto)

Diritto alla vita e allo sviluppo
1.
Molti bambini sono sfruttati
a causa dei soldati
nei loro Paesi inviati.
Sono costretti a lavorare,
non possono mai giocare.

Questi bambini maltrattati 
devono essere liberati!

A casa i soldati
devono essere inviati.
Abbasso la guerra,
eliminiamola dalla terra!

2.
Ogni bimbo deve essere amato,
rispettato, adorato!
Tutti i loro genitori
devono essere buoni educatori,
per difenderli dalla violenza,
donare loro salute ed assistenza.

Tutti i bambini hanno diritto
all'istruzione,
all'informazione,
alla propria opinione.

Ogni bambino ha diritto 
al gioco e al riposo,
alla pace e al cibo.
(Sara e Valentina)



Torna indietro

 

Google