La casetta MangiaPaure

Se vi piace questa creazione, dovete ringraziare Daniela che l'ha realizzata insieme a suo figlio Stefano (26 ottobre 2010). L'idea della casetta che si mangia le paure dei bambini è BELLISSIMA! E anche molto utile direi. Può essere sfruttata anche al di fuori di Halloween, proprio per aiutare i bambini a superare i momenti per loro più critici.

creazione_halloween.jpg

Ecco le istruzioni per realizzare “La casetta MangiaPaure”, che diventerà un utile passatempo per le vostre Feste di Halloween per scacciare tutte le paure dei più piccoli.

Che cosa occorre

Una scatola da scarpe (vuota!)
Carta e cartoncino nero
Fogli di carta
Pennarelli o colori
Forbici
Scotch

Come si realizza

Prendere una scatola da scarpe, che diverrà il corpo della vostra casetta MangiaPaure. Ricoprirla con i ritagli di un sacchetto nero (nell’immagine si vede ancora l’impugnatura) o con della carta nera, cercando di creare anche un tetto (magari con cartoncino nero).

Far disegnare ai bambini zucche, fantasmi, streghe.
Quindi ritagliare le varie figure e attaccarle sulla casetta con l’aiuto dello scotch.

Far disegnare anche le finestre e la porta della casetta e attaccare anche quelle sulla scatola.
Praticare un taglio sul tetto della casetta, taglio nel quale andranno “imbucate” le varie paure.

Durante la festa di Halloween, far scrivere ai bambini le loro più grandi paure su un foglietto, ripiegarlo per bene e imbucarlo nella casetta.

Le paure rinchiuse nella casetta MangiaPaure non potranno mai più uscire e non potranno più spaventare nessuno!

È chiaro che questo lavoretto/gioco ha il duplice scopo di divertire i bambini durante la realizzazione della casetta e di aiutarli a combattere le paure “imbucandole” e imprigionandole nella casetta la sera della Festa di Halloween.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?