A un gatto

Jorge Luis Borges

Tratta da: L’oro delle tigri - Pubblicata per la prima volta nel 1972

A un gatto

Leggiamo insieme: A un gatto di Jorge Luis Borges

Non sono più silenziosi gli specchi
né più furtiva l’alba avventuriera;
sei, sotto la luna, quella pantera
che a noi ci è dato percepire da lontano.

Per opera indecifrabile di un decreto
divino ti cerchiamo invano;
più remoto del Gange e del Ponente
tua è la solitudine, tuo il segreto.

La tua schiena accondiscende la carezza
lenta della mia mano. Hai accolto,
da quella eternità che è già oblio,
l’amore di una mano timorosa.

Sei in un altro tempo. Sei il padrone
di un abito chiuso come un sogno.


Se cercate le più belle Poesie sugli Animali, cliccate qui!


Se cercate le più belle Filastrocche sugli Animali, cliccate qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?