Bella Ciao (delle mondine)



Bella Ciao (delle mondine)

Cantiamo insieme: Bella Ciao (delle mondine)

 

Prima versione:

Alla mattina appena alzata,
o bella ciao, bella ciao
Bella ciao ciao ciao,
alla mattina appena alzata,
devo andare a lavorar..!

A lavorare laggiù in risaia,
o bella ciao, bella ciao
Bella ciao ciao ciao!
A lavorare laggiù in risaia
Sotto il sol che picchia giù!

E tra gli insetti e le zanzare,
o bella ciao, bella ciao
Bella ciao ciao ciao,
e tra gli insetti e le zanzare,
duro lavoro mi tocca far!

Il capo in piedi col suo bastone,
o bella ciao, bella ciao
Bella ciao ciao ciao,
il capo in piedi col suo bastone
E noi curve a lavorar!

Lavoro infame, per pochi soldi,
o bella ciao bella ciao
Bella ciao ciao ciao,
lavoro infame per pochi soldi
E la tua vita a consumar!

Ma verrà il giorno che tutte quante
o bella ciao, bella ciao
Bella ciao ciao ciao,
ma verrà il giorno che tutte quante
Lavoreremo in libertà!

 

Seconda versione:

Alla mattina appena alzata
o bella ciao bella ciao
bella ciao ciao ciao
alla mattina appena alzata
in risaia mi tocca andar.

E fra gli insetti e le zanzare
o bella ciao bella ciao
bella ciao ciao ciao
e fra gli insetti e le zanzare
un dur lavor mi tocca far.

Il capo in piedi col suo bastone
o bella ciao bella ciao
bella ciao ciao ciao
il capo in piedi col suo bastone
e noi curve a lavorar.

O mamma mia, o che tormento!
o bella ciao bella ciao
bella ciao ciao ciao
o mamma mia o che tormento
io t’invoco ogni doman.

Ed ogni ora, che qui passiamo
o bella ciao bella ciao
bella ciao ciao ciao
Ed ogni ora, che qui passiamo
Noi perdiam la gioventù

Ma verrà un giorno che tutte quante
o bella ciao bella ciao
bella ciao ciao ciao
ma verrà un giorno che tutte quante
lavoreremo in libertà.

 

Note sulla canzone: Bella Ciao (delle mondine)

Bella Ciao (delle mondine) è un canto delle donne che lavoravano in risaia, nelle terre d’acqua del vercellese, le mondine appunto. La prima registrazione nota di questa canzone è del 1906.

Da questo testo ebbe poi origine il famoso canto partigiano dal titolo “Bella Ciao”. La melodia è infatti la stessa.

 

Fonte dell’immagine: Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?