Cavalluccio ciò ciò

Questa filastrocca ce la manda Giacomo (9 settembre 2001).

Cavalluccio ciò ciò

Cavalluccio ciò ciò ciò
prendi la biada che ti do
prendi il ferro che ti metto
per andare a San Francesco
San Francesco è buona via
per andare a casa mia
a casa mia c’era un frate
che cuoceva le frittate
gliene chiesi un pocolino…
butta via questo bambino!

 

 


Se cercate le più belle Poesie sugli Animali, cliccate qui!


Se cercate le più belle Filastrocche sugli Animali, cliccate qui!

3 commenti su “Cavalluccio ciò ciò”

  1. Stefania Robledo says:

    Io conosco questa versione che mi recitava mia nonna (parliamo di 55 anni fa):
    Cavalluccio cio cio cio
    fuori Napoli se ne andò
    se ne andò fino a Parigi
    a vedere re Luigi
    re Luigi si ammalò
    cavalluccio cio cio cio.
    Saluti!

  2. Roberto Bucci says:

    In un disco dei primi anni ’60 c’era questa versione:
    Cavallino cio cio cio
    Prendi la biada che ti do
    Prendi i ferri che ti metto
    Per andare a San Francesco
    San Francesco era per via
    Per venire a casa mia
    Casa mia era sul colle
    Ritornò asciutto e molle.

  3. MARIO CANNIZZARO says:

    Io so:

    Cavalluccio ciò ciò ciò
    Per la biada che ti dó
    Per i ferri che ti metto
    Vuoi portarmi a San Francesco ?
    San Francesco è assai lontano
    Ed allora galoppiamo.
    Se mi prendi la via giusta
    Io non tocco più la frusta
    Ma se fai lo gnorri gnorri
    Io ti butto dalla torre.
    Il cavallo, che è asinello
    Vola vola al par d’uccello,
    Ma poi sferra tanti calci
    E mi rompe tutti i lacci.
    Io gli metto la pastoia
    Ma ho paura che mi muoia
    E gli porto da mangiare
    E lui mangia e io no
    Che figura che ci fó
    Cavalluccio ciò ciò ciò

    a questo punto si aprono le gambe e il bambino, che era a cavallo delle ginocchi, si finge di farlo precipitare per terra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?