Da CE CI a CHE CHI

Testo tratto dal volume: "Alba radiosa. Primo libro di Italiano per i Somali" (Signorelli, 1951). Illustrazioni di Antonino Finocchiaro e suor Tullia Mosele.



ortografia

Un bel dì l’H soletta
stava all’angol di una via
e piangeva, poveretta!
Ché voleva compagnia.

Ad un tratto là passò
un gruppetto assai giocondo:
eran CA e CU e CO
che giravano per il mondo.

Chiese l’H con un cenno
perché voce non avea,
di piglirla, ché con senno
la sua parte pur facea.

No, no, no – disse il gruppetto
via da noi, lontana e sola,
sei per noi un segno inetto:
se ti piace, corri e vola.

Per fortuna il CE e il CI
pur passarono di lì,
l’invitarono, e così
si formò il CHE e il CHI.

 

Filastrocche per Imparare
Per le più belle Filastrocche per Imparare, cliccate qui!

Poesie Didattiche
Per le migliori Poesie Didattiche, cliccate qui!

 

Speciale Scuola
Visita lo speciale Scuola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?