Grazie perchè ci sei, mamma.

Ecco la filastrocca di Annamaria. (10 maggio 2008).



Una mamma per raccontare,
una mamma per cantare.
Una mamma per volere,
una mamma per sapere.
Una mamma per capire,
una mamma per partire.
Una mamma per volare,
una mamma per sognare.
Una mamma per guarire,
una mamma per dormire.
Una mamma per sperare
che svegliandomi, lo so,
la mia mamma troverò!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?