I versi degli animali

Ecco la filastrocca di Marica, insegnante elementare, scritta per i suoi alunni di 1° e 2° ^ di Serri Anno Scolastico 2004/2005 (17 luglio 2006)



versi degli animali

Leggiamo insieme: I versi degli animali

Nel grande recinto la pecora bela.
Muggisce la mucca al calar della sera.
Nel prato fiorito un cavallo nitrisce.
E dietro un muretto un topino squittisce.

Se vai per la strada vedrai un cagnolino
cha abbaia pian piano vedendo un gattino.
Nel grande fossato un maiale ciccione
grugnisce contento nel far colazione!

Se guardi nel cielo, volando lassù
garrisce una rondine, cantando di più.
Nel bosco lontano, tra alberi e fiori
c’è un lupo burlone che ulula fuori.

E nella distesa, chiamata savana
il leone ruggisce, cercando una tana.
La bella cicala, frinisce a gran voce
volando su e giù veloce veloce!

Un asino grigio, davvero carino
raglia e sorride vedendo un bambino,
lo porta davanti al suo amico pulcino
che pigola piano, è davvero carino!

Osservalo ora, se guardi lontano,
c’è un merlo che zirla, dev’essere indiano!
Ha fatto amicizia con quella ranocchia
che gracida forte, su quella pannocchia!

E per finire guardate più in là
un grande elefante la doccia si fa!
E tutto contento barrisce pian piano
chiedendo all’amico un asciugamano!

 


Se cercate le più belle Poesie sugli Animali, cliccate qui!


Se cercate le più belle Filastrocche sugli Animali, cliccate qui!

 

Filastrocche per Imparare
Per le più belle Filastrocche per Imparare, cliccate qui!

Poesie Didattiche
Per le migliori Poesie Didattiche, cliccate qui!

 

Speciale Scuola
Visita lo speciale Scuola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?