Il piccolo re invisibile

Arpalice Cuman Pertile

Tratta da: Il Giorno dei Piccoli - Paravia - 1944

piccolo re invisibile

Leggiamo insieme: Il piccolo re invisibile di Arpalice Cuman Pertile

“O mamma, il sonno sai dir com’è?”.
“Il sonno è un placido, grazioso re,
un re minuscolo più assai d’un nano…
con l’ali morbide vien di lontano”.

“Voglio vederlo, mammina, sai”.
“Vederlo, o piccolo, tu non potrai.
Ti vola tacito sui vispi occhietti
e fra le palpebre li chiude stretti”.

“Io son furbetta, riaprirli so,
il sonno magico veder potrò”.
“Se li apri, credilo, bambina mia,
il sonno rapido fugge, va via”.

“Ma tu, mammina, l’hai visto, di’?”.
“Non l’ho veduto, ma so che qui
già vola tacito… Eccolo… è qua…
Ma tu, mia piccola, tu dormi già”.

 

Il Giorno dei Piccoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?