Il vecchio quaderno

A. Libertini



vecchio quaderno

Leggiamo insieme: Il vecchio quaderno di A. Libertini

Le sere d’inverno,
posato in un canto,
il vecchio quaderno
ha un triste rimpianto.

Il bimbo che lieto,
con trepida mano,
tracciò l’alfabeto,
riposa lontano!

Lasciò la sua mamma
ancor giovinetto;
ardeva la fiamma
nel bel caminetto.

Ed or si consola
narrando alle stelle,
dei giorni di scuola,
le favole belle.

Son favole pure
di nuvole azzurre,
d’un mondo piccino,
d’un grigio topino.

Chissà se la sera,
in tutto segreto,
dirà la preghiera
oppur l’alfabeto?

 

Poesie sulla Scuola
Se cerchi le migliori Poesie sulla Scuola, clicca qui!

Filastrocche sulla Scuola
Se cerchi le migliori Filastrocche sulla Scuola, clicca qui!

poesie per la Scuola
Se cerchi altre filastrocche e poesie per la Scuola, clicca qui!

 

Speciale Scuola
Visita lo speciale Scuola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?