La cicala e la formica

La cicala sulla pianta
all’estate canta, canta,
e deride la formica
che lavora e s’affatica.
Ma l’inverno presto viene,
muor di fame chi cantò,
viva lei che visse bene,
che all’estate lavorò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?