La Regina di cuori

Renato Fucini

tratta da Il ciuco di Melesecche, Einaudi, 1922

Regina di cuoriLa Regina di cuori,
un bel giorno d’estate,
rinunziando, pel caldo, ad andar fuori,
restò in casa a impastar delle schiacciate.
Ma quel birbante del Fante di cuori,
senza curarsi punto dei calori,
senza pensare che s’era d’estate,
rubò quelle schiacciate.
Il Re di cuori fe’ chiamare il Fante,
e lo trattò di ladro e di birbante;
e dalla rabbia, persa la ragione,
gli fracassò lo scettro sul groppone.
Il Fante, benché fossimo d’estate,
riportò, mogio mogio, le schiacciate;
e promise nel nome di Gesú
che non n’avrebbe mai rubate piú.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?