La sera

G. Aimone

La sera
Cadon due rintocchi
come fragili foglie
da un albero che trema.
Con le manine giunte
un bimbo le raccoglie,
balbetta una preghiera.
E d’incanto s’avanza,
su taciti sentieri,
estatica la sera. G. Aimone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?