Odor di neve

Fausto Valsecchi



Odor di neve

Leggiamo insieme: Odor di neve di Fausto Valsecchi

Ora nevicherà, sento l’odore
della neve sospesa nelle stanche
nuvole grigie. E intorno, uno stupore
di cose che tra breve saran bianche.
Giunge il gregge all’ovile e s’accovaccia
con gli occhi d’oro sotto i cigli bianchi.
Un altro gregge passa. Ora la neve
incomincia a cadere sugli agnelli.
Io guardo. E penso a una carezza lieve
di mani che svaniscono sui velli.
Cade la neve. No, non cade, scende.
È alata. Atterra senza farsi male.
Non s’ode. Io guardo. E penso alle leggende.
C’è in terra steso un cielo pastorale.

 

Filastrocche sull'Inverno
Se cerchi le più belle Filastrocche sull’Inverno, clicca qui!

Poesie sull'Inverno
Se cerchi le migliori Poesie sull’Inverno, clicca qui!

 

Filastrocche sull'Autunno
Se cerchi le più belle Filastrocche sull’Autunno, clicca qui!

Filastrocche di Primavera
Se cerchi le più belle Filastrocche di Primavera, clicca qui!

Filastrocche dell'Estate
Se cerchi le più belle Filastrocche dell’Estate, clicca qui!

 

Filastrocche sulle Stagioni
Se cerchi le migliori Filastrocche sulle Stagioni, clicca qui!

Poesie sulle Stagioni
Se cerchi le migliori Poesie sulle Stagioni, clicca qui!

 

Speciale Scuola
Visita lo speciale Scuola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?