Piovi, piovicello

Piovi, piovicello
l’acqua va a Marcello
mi ci lavai le mani
mi ci cascò l’anello.
Pesca, ripesca
pescai un pesciolino
colore del turchino;
lo portai a monsignore.
Monsignore non c’era
c’era la cameriera
che faceva le frittelle;
me ne diede una
la misi sul banco,
il banco era rotto
e sotto c’era un pozzo,
il pozzo era vecchio
e sotto c’era un letto,
letto rifatto
e sotto c’era un gatto,
gatto in camicia
che scoppiava dalle risa.
Lasciamolo scoppiare
quel brutto gattone
che stava in cornicione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?