Edizione straordinaria (Filippo il giornalaio)

Carmine Spera - Fabio Macchioni

Se vi piace questa canzone, dovete ringraziare Arianna e Sara (30 marzo 2012).

Filippo il giornalaio
una mattina di febbraio
è cascato dalla bici coi giornali…
E tra i fiori nelle aiuole
son cadute le parole
ed il vento le spingeva a 100 all’ora.
Rincorrendo consonanti
raccogliendo qualche accento
e acciuffando a volo a volo le vocali
Filippo le ha raccolte
forse neanche proprio tutte
e le ha rimesse alla rinfusa nei giornali
“Edizione Straordinaria”
ma che buffe ‘ste notizie…
un turista anzichè a Como
s’è trovato su un comò,
e il canotto a quel nostromo
lì sul lago si bucò;
e c’è un treno che ora raglia
per un verbo sceso giù
dove un asino deraglia
trotta trotta e fa ciuff ciuff
C’è chi aspetta la fanfara
sente solo una zanzara
c’è chi invece avvista un U.F.O.
è soltanto un vecchio gufo
Edizione straordinaria hahaha
Finalmente un mondo di felicità
Ma che tuffo di gran stile
E giù Filippo nel fienile
Per fortuna non si fece tanto male.
Ritrovò laggiù il telaio
il manubrio in un pollaio
e la ruota sopra il ramo di una quercia.
Inseguendo virgolette
le maiuscole e i due punti
rincorrendo qualche apostrofo nel prato,
Filippo lì per terra
lasciò la parola “guerra”
e per un giorno non comparve sui giornali.
“Edizione Straordinaria”
ma che buffe ‘ste notizie!
un turista anzichè a Como
s’è trovato su un comò,
e il canotto a quel nostromo
lì sul lago si bucò;
e c’è un treno che ora raglia
per un verbo sceso giù
dove un asino deraglia
trotta trotta e fa ciuff ciuff
Edizione straordinaria
Ma che gioia c’è nell’aria
c’è chi ride a crepapelle
e non sta più nella pelle
non si parla più di guerra, guarda qua!
Tutto il mondo ha voglia di serenità!
Tutto il mondo ha voglia di… serenità! e di felicità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?