Piccolo pipistrello

Se vi piace questa canzone, dovete ringraziare Giovanni (13 aprile 2012).

Piccolo pipistrello mio,
che hai fatto stanotte,
che occhiaia che hai,
piccolo pipistrello mio,
sediamoci e parliamone un po’.

RIT: Svulazza svulazza,
svulazza svulazza,
a volo radente
nel cielo fetente,
svulazza svulazza,
svulazza svulazza,
svulazz…. svulazz…. svulazz!

Piccolo pipistrello mio,
sei andato all’obitorio
e hai succhiato Vittorio,
piccolo pipistrello mio,
Vittorio se l’è presa con me.

RIT: Svulazza svulazza,
svulazza svulazza,
a volo radente
nel cielo fetente,
svulazza svulazza,
svulazza svulazza,
svulazz…. svulazz…. svulazz!

Piccolo pipistrello mio,
un tir ti ha schiacciato
e ti ha spiaccicato,
Piccolo pipistrello mio,
Vittorio guidava quel tir.

RIT: Svulazza svulazza,
svulazza svulazza,
a volo radente
nel cielo fetente,
svulazza svulazza,
svulazza svulazza,
svulazz…. svulazz…. svulazz!

Finale (variante del ritornello)
Adesso ti attacchi,
e più non svulazzi,
a volo radente
nel cielo fetente,
e sull’obitorio,
svulazza Vittorio,
svulazz…. svulazz…. svulazz!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?