Le stagioni

Renato Fucini



stagioni

Leggiamo insieme: Le stagioni di Renato Fucini

Dicea la primavera: “Io porto amore
e ghirlande di fiori e di speranza”.

Dicea l’estate: “Ed io con il mio tepore
scaldo il seno fecondo dell’abbondanza”.

Dicea l’autunno: “Io spando a larga mano
frutti dorati alla collina e al piano”.

Sonnecchiando, dicea l’inverno annoso:
“Penso al tanto affannarvi e mi riposo”.

 

filastrocche dei mesi
Se cerchi le più belle filastrocche dei mesi dell’anno, clicca qui!

Poesie sui mesi
Se cerchi le migliori Poesie sui mesi dell’anno, clicca qui!

 

Speciale Scuola
Visita lo Speciale Scuola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dove vuoi andare?